Yoga Nidra: significato e pratica


Il termine yoga nidra, deriva dall'unione dei termini yoga e “nidra”, quest'ultimo termine in sanscrito significa sonno e possiamo tradurlo come sonno con una traccia di consapevolezza.

Durante yoga nidra esteriormente, si appare come addormentati, ma la coscienza funziona ad un livello di consapevolezza più profondo.

Questa tecnica è stata chiamata anche “stato ipnagogico”, e ha luogo in quella soglia tra la veglia sensoriale e il sonno.

Questa pratica deriva dal Tantra e non è solo una tecnica di rilassamento profondo, ma viene considerata un metodo di pratyahara (ritiro dai sensi esterni) vero e proprio che negli stadi più avanzati porta a stati meditativi profondi.

Lo yoga nidra è stato trasmesso a noi, in particolar modo da Swami Satyanada Saraswati , il quale dopo avere studiato pratiche molto importanti nelle scritture tantriche, in particolar modo nella pratica del nyasa, (che significa “portare la mente su quel punto”)l'ha codificato con uno schema preciso e più accessibile anche al mondo Occidentale.

Praticandolo si ha la possibilità di accedere agli stadi più profondi della mente e ciò è dovuto allo stato di rilassamento consapevole che si genera attraverso una seduta.

Può essere considerato una forma di riposo psichico, fisiologico e di ringiovanimento e può essere talvolta più efficace del sonno normale, poiché attraverso essa vengono liberate tensioni del corpo, delle emozioni e della mente.


PRATICA CLASSICA:


Lo yoga nidra viene praticato in Savasana (posizione che si assume solitamente durante il rilassamento finale).

Per iniziare ci si porta in posizione e si cerca di rallentare il flusso dei pensieri e delle immagini mentali, focalizzando l'attenzione della mente stessa sui suoni esterni con l'atteggiamento di “testimone”, senza intervenire e senza cercare di condizionarne il comportamento, fino a che la stessa perde interesse verso l'esterno e diviene più calma.

Si prosegue con la dichiarazione che si sta iniziando la pratica e scegliendo un sankalpa (termine yogico che si può tradurre con proposito o risoluzione) , esso costituisce uno stadio importante di yoga nidra ed è un metodo per direzionare la propria vita su una linea positiva.

Pertanto, durante questa fase iniziale, si elabora questa breve affermazione che dovrà essere scelta con cura e le parole contenute dovranno essere precise e chiare.

Si procede con una rotazione della coscienza, attorno alle varie parti del corpo, in modo sistematico con una sequenza ben definita.

Dopo avere completato la rotazione della coscienza lungo il corpo,il rilassamento fisico viene consolidato e si completa portando l'attenzione al respiro senza controllarlo in alcun modo.

Ciò favorisce il rilassamento, la concentrazione e il pratyahara (ritiro dai sensi) che servirà nelle pratiche successive.

Ad un relax fisico, può seguire quello nel piano delle sensazioni e delle emozioni, attraverso il risveglio, tramite la pratica, di sensazioni opposte come caldo e freddo ,pesantezza e leggerezza , amore e odio.

L'accoppiamento delle sensazioni armonizza i due emisferi e apporta equilibrio e controllo di funzioni che normalmente sono inconsce.

L'ultimo stadio di yoga nidra, porta ad un ancora più profondo relax mentale attraverso la visualizzazione di immagini nominate dall'insegnante.

Le immagini utilizzate hanno spesso un significato universale e favoriscono la formazione di potenti associazioni, in modo da portare contenuti dell'inconscio, sul piano della mente conscia.

Questa pratica produce consapevolezza del sé e rilassa la mente, cercando anche di purificarla, da contenuti inconsci nocivi per l'individuo.

Questa fase viene terminata solitamente con un' immagine che evoca profonda calma e pace e la pratica si avvia alla conclusione riportando alla mente la risoluzione, scelta inizialmente, che è il seme che darà la possibilità al praticante di attuare la trasformazione e il cambiamento desiderato.

Se siete interessati ad approfondire l'argomento vi consigliamo la lettura del libro: "Yoga Nidra"di Swami Satyananda Saraswati.


40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti